venerdì 13 aprile 2012

Recensione: L'eredità di Jenna di Mary E. Pearson

Vi lascio alla recensione di Fede del seguito di Dentro Jenna, buona lettura! :)

Titolo: L'eredità di Jenna
Autore: Mary E. Pearson
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 448
Prezzo: 14,50€
Trama: Jenna, Kara e Locke, tre amici inseparabili, tornando da una festa rimangono uccisi in un terribile incidente. I loro corpi non possono essere salvati ma le loro menti vengono tenute in vita e intrappolate in un computer. Jenna è la prima a risvegliarsi con un corpo artificiale grazie a un esperimento di biotecnologia avanzata. Kara e Locke invece vengono dimenticati e rimangono in un lunghissimo limbo dove esistono solo i loro pensieri e i loro sentimenti. Passano gli anni e poi i secoli e finalmente Locke e Kara si trovano di nuovo nelle loro sembianze, riprodotte in laboratorio. Ma il mondo in cui si risvegliano è un luogo estraneo dove tutto e tutti quelli che conoscevano sono ormai scomparsi. Tutti tranne Jenna Fox.

Recensione

Leggere "L'eredità di Jenna", atteso seguito di "Dentro Jenna" di Mary E.Pearson, è stato come leggere un libro completamente diverso dal precedente: la storia è collegata, ovviamente, e ci ritroviamo sempre in un futuro non precisato molto lontano (si spera) da noi, ma mentre avevo riscontrato non poche difficoltà a familiarizzare con il primo capitolo della saga, con questo nuovo libro c'è stato un totale rovesciamento. A mio parere la Pearson ha compiuto un'evoluzione, riuscendo a mettere in scena molto più approfonditamente e verosimilmente la realtà nella quale è ambientata la sua storia. "L'eredità di Jenna" si focalizza su Kara e Locke, i due migliori amici di Jenna, creduti morti nell'incidente automobilistico che aveva costretto il padre di Jenna a "ricostruire" il suo corpo con il Bio-Gel. Essi in realtà hanno perso i loro corpi ma non le loro menti, che vegetano conservate in un computer, fino a che non si risvegliano in una versione migliorata del loro corpo. Sono passati secoli e il mondo che conoscevano non c'è più, ma quello che è peggio è che la loro famiglia, tutti i loro amici, sono morti. L'unica persona ancora al mondo in grado di dare loro delle risposte ed aiutarli è Jenna. Inizia così il viaggio dei due ragazzi attraverso mille pericoli e città distrutte, robot che guidano taxi e criminali che cercano di renderli oggetti da esposizione fino all'incontro con Jenna; ma niente, come sempre, è come sembra, e tutti quegli anni passati in un buco nero a chiedere senza speranza di essere salvati ha prodotto delle conseguenze disastrose! La Pearson in maniera magistrale ha saputo descrivere in modo toccante e accurato tutti i pensieri che hanno affollato la mente di due ragazzi che hanno perso tutto, le personalità e le vite dei nuovi personaggi di questo capitoli, meritosi come i principali protagonisti di attenzione, e le sensazioni di Jenna, che improvvisamente si trova davanti i fantasmi della sua vita precedente, provando un misto di commozione, tristezza e senso di colpa per averli abbandonati per tutto quel tempo. Niente è dato per scontato, tutto viene spiegato nel migliore dei modi, lasciando al lettore un senso di completezza e, soprattutto, di vicinanza con una realtà così distante dalla nostra.

Fede

2 commenti:

  1. Si bello. ^_^
    Spero di non disturbarti e forse l'avrai già ricevuto ma c'è un premio per te
    http://ilmondoracchiusoneilibri.blogspot.it/2012/04/premio-my-beautiful-blog-award.html

    RispondiElimina
  2. Complimenti per la recensione!!!

    RispondiElimina