martedì 15 novembre 2011

Recensione: La notte dell'erba cremisi di Mario Erminio Bussini

Buongiorno :) Ieri sera non sono riuscita a postare in tempo la recensione che avevo in programma quindi ve la propongo oggi xD

Titolo: La notte dell'erba cremisi
Autore: Mario Erminio Bussini
Editore: Casini
Pagine: 210
Prezzo: 16,90€
Trama: «Se siete pronti partiamo, vi avverto però che le cose si faranno complicate». L'avvertimento di Wes, consulente di polizia chiamato a indagare su un caso di bambini scomparsi, è più che mai fondato, visto che ci si trova da subito immersi in una storia in cui niente è come sembra e il male si confonde col bene, in un crescendo vorticoso di colpi di scena inquietanti ed enigmi che implorano una soluzione. Le sue capacità investigative e l'aiuto di forze invisibili che lo accompagnano fin dalla sua infanzia aiuteranno Wes a sciogliere il tremendo intrico di delitti e minacciose presenze.

Recensione

A causa di una serie di omicidi particolarmente sconvolgenti (le vittime sono bambini) Wes, consulente della polizia, viene chiamato ad aiutare a fare luce su quanto stia accadendo; fin qui la storia potrebbe sembrare simili ad altre, se non fosse per il fatto che Wes è un "sensitivo". Entrando in una sorta di trance può accedere al limbo in cui stazionano le anime dei morti e cercare di comunicare con loro: più facile a dirsi che a farsi, visto che gli spiriti raramente hanno la forza di parlare o sono troppo arrabbiati per provarci. Come lo spirito di Patrick, uno dei bambini morti, che in un impeto di furia distrugge i bagni del parco rischiando anche di ferire Wes; le indagini per trovare l'assassino procedono lentamente fino a quando il sensitivo ottiene l'aiuto insperato di uno spirito, un giullare, che gli mostrerà un luogo al di là di ogni immaginazione, un luogo da incubo.. Tra corse contro il tempo, gang e spiriti, Wes scoprirà a sue spese il tradimento di un amico e quanti orrori l'animo umano possa concepire..

Questo thriller è da brividi; mi è davvero piaciuta l'idea di aggiungere un tocco di paranormale, ha dato al libro l'elemento che lo distingue dagli altri thriller in commercio. Il personaggio di Wes è stupendo, una continua sorpresa: non solo può entrare in contatto con gli spiriti, cosa che gli costa una certa fatica e lo lascia spesso turbato, ma ci convive anche; Colin infatti riesce ad entrare in casa sua nonostante le varie protezioni installate da Wes, ricorre spesso nelle scene ed è molto tenero (certo, non è il massimo avere degli spiriti intorno, ma almeno che siano pacifici xD). Inoltre il passato di Wes è avvolto nel mistero, la sua memoria ha un buco che non riesce in nessun modo a riempire, e proprio in quel periodo deve aver ottenuto i suoi attuali poteri.
L'azione non manca, per fortuna non si hanno quei momenti di stallo che purtroppo caratterizzano molti thriller, anzi; c'è un crescendo di tensione mano a mano che la verità viene a galla, e i colpi di scena non mancano. Molto bella la descrizione del posto in cui il giullare lo guida, la visione notturna è decisamente molto suggestiva; unica nota leggermente negativa, l'avvertimento del giullare: mi è sembrato troppo esplicito, tanto è vero che quando si è scoperto chi fosse il cattivo mi sono ritrovata a dire "lo sapevo"..
Comunque mi è piaciuto molto, spero di poter leggere presto il seguito! :)

Assolutamente consigliato a chi ama il genere ma anche a chi ci si vuole avvicinare, credo possa essere un buon inizio :)

Fra

1 commento:

  1. mi piacerebbe moltissimo leggerlo...
    programmerai un giveaway?

    RispondiElimina