domenica 31 marzo 2013

Recensione: Easy di Tammara Webber

Buona lettura ^^

Titolo: Easy

Autore: Tammara Webber

Editore: Leggereditore

Collana: Narrativa

Pagine: 304

Prezzo: 12,00€

Trama: Quando Jacqueline segue il fidanzato di lunga data al college di sua scelta, l’ultima cosa che si aspetta è di venire lasciata all’inizio del secondo anno, e di ritrovarsi single a frequentare un’università statale invece di un conservatorio di musica, ignorata da quelli che credeva essere suoi amici. Una sera, un membro della confraternita del suo ex la aggredisce, ma un misterioso sconosciuto si trova proprio al posto giusto nel momento giusto. Jacqueline vorrebbe solo dimenticare quella notte, ma il suo salvatore, Lucas, si siede il giorno dopo nell’ultima fila della classe di economia, e quando non è impegnato a disegnare la rapisce in un gioco di sguardi. Attratta da Lucas ma spaventata dalle proprie paure, Jacqueline non sa se può fidarsi di lui: vuole solo proteggerla e incoraggiarla? Lucas sembra nascondere molti segreti... eppure solo insieme potranno combattere il dolore e il senso di colpa, affrontare la verità e sperimentare l’inatteso potere dell’amore.


Recensione

Jacqueline è una musicista molto dotata, avrebbe potuto frequentare le migliori accademie artistiche ma ha preferito optare per l’università scelta dal suo fidanzato storico nonostante i pareri contrastanti dei genitori; quando però Kennedy rompe con lei per poter vivere liberamente l’esperienza del college, Jacqueline si rende conto di aver commesso un terribile sbaglio e di aver potenzialmente buttato alle ortiche la sua carriera. Una sera, tornando da una festa, Jacqueline viene aggredita proprio da uno degli amici di Kennedy; ormai in preda al panico, la ragazza si prepara all’inevitabile quando all’improvviso un ragazzo sconosciuto corre in suo aiuto, dando una sonora lezione all’aggressore per poi accompagnarla fino al suo alloggio. Jacqueline ancora non lo sa ma quella sera e quell’incontro cambieranno la sua vita: da quel momento infatti non riuscirà più a smettere di pensare allo strano ragazzo che l’ha aiutata, uno studente mai notato prima che improvvisamente si ritrova molto spesso sulla sua strada, tormentato da un passato che sembra ossessionarlo. Riuscirà Jacqueline a trovare la forza per aprire di nuovo il suo cuore e fidarsi completamente del suo misterioso salvatore?

Romanzo autoconclusivo esponente del nuovo genere new adult (ma si può tranquillamente considerare a mio avviso un romance non eccessivamente melenso), Easy racconta la storia di una ragazza, Jacqueline, che ha deciso di legare il suo futuro a quello del fidanzato del liceo, convinta che la loro storia sia destinata a durare; quando però le viene a mancare la terra sotto i piedi Jacqueline deve trovare la forza per ricominciare, ripartire da zero e farsi nuovi amici, possibilmente veri questa volta. Ad aggravare la situazione la ragazza subisce un’aggressione, che la lascia comprensibilmente sconvolta e segna irrimediabilmente il suo spirito; Easy è anche questo dunque, non solo  un romance ma anche una storia di rinascita e di coraggio, di donne stanche di avere paura e pronte ormai a reagire.
Jacqueline è un personaggio forte, capace di ricostruire il suo futuro e di reagire ad un’esperienza traumatizzante, certo non le mancano i momenti di debolezza ma non sono disturbanti e soprattutto non sono esasperati; anzi l’autrice punta decisamente sulla forza di questa ragazza, e questo è senza dubbio il motivo per cui la protagonista riesce a conquistare la simpatia del lettore. Allo stesso modo Lucas, il protagonista maschile, può considerarsi decisamente riuscito grazie all’equilibro tra spavalderia e vulnerabilità che l’autrice ha cucito su di lui; nonostante i tatuaggi che gli coprono le braccia, la moto e l’aria da duro, Lucas nasconde una storia terribile che ancora gli grava sul cuore e che probabilmente continuerà a farlo per il resto della sua vita.
Il romance non è esattamente il mio genere eppure questo romanzo mi ha fatto emozionare non poco, quindi non posso che consigliarlo sia agli amanti del genere sia a chi, come me, abbia voglia di sperimentare, non ve ne pentirete!

Fra

2 commenti:

  1. Ultimamente ho letto parecchie recensioni negative che non mi aspettavo perché oltreoceano è stato apprezzato moltissimo. Sono felice che a te sia piaciuto, mi consola non poco! Sono curiosa di leggerlo ^^

    RispondiElimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlooooo :D

    RispondiElimina