sabato 25 agosto 2012

Anteprima: Il caffè delle donne di Widad Tamimi


Il 4 settembre Mondadori porterà in libreria un romanzo che racconta la vita di una donna che vive a cavallo di due culture molto diverse.

Titolo: Il caffè delle donne
Autore: Widad Tamimi
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Pagine: 300
Prezzo: 17,50€
Data di uscita: 4 settembre 2012
Trama: Il caffè è un punto fermo nella vita di Qamar: espresso e vigoroso come lo beve la madre, ingentilito da un goccio di latte, come piace al marito, oppure fatto bollire tre volte, amaro e profumato di cardamomo, come ha imparato a berlo in Giordania. Qamar fin da piccola è in equilibrio tra due mondi: gli inverni, la vita quotidiana a Milano e le estati trascorse ad Amman, in Giordania, ospite della famiglia musulmana del padre. Lunghe giornate passate a giocare per strada in mezzo a torme di bambini scatenati, finché compie tredici anni, diventando ufficialmente donna. Sottratta a ogni contatto promiscuo, Qamar inizia a confrontarsi dolorosamente con le differenze profonde tra le due culture di cui è figlia. Eppure, nelle bianche mattine insieme alle donne di famiglia, viene anche introdotta al fascino assoluto dell'antico rituale del caffè: nonna, zie, sorelle, cognate riunite nel salotto chiacchierano, sorseggiano la bevanda bollente e si preparano a conoscere il proprio destino. Ma solo una, ogni giorno, è la prescelta per l'interpretazione dei fondi da parte di Khalto Sherin, che sa leggere nel sedimento i segreti del cuore e del futuro. Anni dopo, di fronte al dolore di una maternità mancata, Qamar sentirà la necessità di recuperare le proprie radici e ripensare alle parole ascoltate il giorno lontano in cui lesse la propria vita nel fondo di caffè.

Widad Tamimi è l'incrocio di molti mondi. Figlia di un'ebrea italiana di origine viennese e di un palestinese arrivato in Italia dopo la guerra dei Sei giorni, sposata a uno sloveno incontrato a Utrecht, è nata e vive a Milano, ha abitato a Londra, sta valutando di trasferirsi a Lubiana.

2 commenti:

  1. DEVE ESSERE UN BUON LIBRO....DI QUELLI CHE TO RESTANO NEI RICORDI.
    CIAOOOOOOOOO

    RispondiElimina