giovedì 29 settembre 2011

Recensione: Starcrossed di Josephine Angelini

Altra recensione per voi gente :) Questa volta si parla di Starcrossed di Josephine Angelini, edito dalla Giunti nella collana Y.

Titolo: Starcrossed
Autore: Josephine Angelini
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 464
Prezzo: 16,50€
Trama: Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell’isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L’episodio è qualcosa di più di un mero incidente. Helen inizia a temere per la sua salute mentale: ha incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appare la visione di tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un’antica tragedia d’amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le tre Furie. Helen, come l’omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio a una guerra scatenata dalla sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino?

Recensione

Come sempre partiamo dalla trama, la protagonista del romanzo è Helen, ragazza timidissima ma con le fattezze di una top model, che vive in quel di Nantucket; il ritorno a scuola si avvicina e quest'anno ci sarà una novità: una nuova famiglia si è trasferita sull'isola. Ovviamente tutti parlano dei nuovi arrivati, tutti tranne Helen che preferisce cercare di rimanere per i fatti suoi; quando si ritrova al centro dell'attenzione dei crampi fortissimi le incendiano la pancia e questo la spinge a mantenere sempre una posizione defilata. Fino a quando non vede uno dei nuovi arrivati, Lucas: una furia omicida si impossessa di lei, spingendola a tentare di uccidere il ragazzo; nonostante la sua incredibile forza però non riesce a smuoverlo di un passo, e già da questo momento la trama si infittisce. Entrambi riescono a vedere tre figure femminili che piangono disperate e si strappano i capelli, entrambi sentono delle voci nella loro testa che li spingono a farsi del male a vicenda. Chiaramente Helen e i suoi amici rimangono turbati da tutta questa baraonda, ma danno la colpa ad un'insolazione; tutto si complica quando Helen viene aggredita da una figura misteriosa di cui non riesce a vedere il volto. Convinta che sia opera dei Delos, la ragazza deve ricredersi quando proprio Lucas accorre in suo aiuto, mettendo in fuga il rapitore; da quel momento il clima tra i due giovani si distenderà e anzi, scopriranno di non poter stare separati. Ma ciò che il destino ha in serbo per loro è molto diverso da ciò che vorrebbero: tra inseguimenti, lezioni di difesa e saette, Helen avrà modo di imparare che non sempre il mito si allontana tanto dalla realtà..

Si è parlato tantissimo di questo libro, fin da prima che uscisse: qualcuno l'ha amato, qualcuno l'ha odiato. Io mi trovo in mezzo, l'ho apprezzato leggendolo con la giusta mentalità, aspettandomi già alcuni parallelismi con Twilight e comunque uno stile molto fresco e scorrevole. Insomma, bidogna saperne vedere sia i lati buoni sia quelli meno buoni :)
La storia è assolutamente originale, l'idea di usare il filone mitologico è sicuramente vincente; si legge molto velocemente e alla fine si rimane con la giusta curiosità per il prossimo volume.
In molti ne hanno parlato come se fosse un "Twilight 2", ci sono dei momenti in cui non si può effettivamente fare a meno di ripensare a quel libro ma non sono poi così tanti: la famiglia Delos è uguale ai Cullen, stesso carattere per gli stessi componenti; Helen invece è molto diversa da Bella, decisamente meno insulsa e meno piattola xD
Certo, c'è il tema dell'amore impossibile, del cattivo (molto simile a James) che ha una sfida personale con i Delos, ma mi pare che il tutto finisca qui. Ok non è poco, ma in un mondo in cui gli YA spuntano da tutte le parti come i funghi non è possibile non trovare dei punti in comune tra le varie storie.

Posso dirmi soddisfatta in conclusione, lo consiglio agli amanti del genere e a chi ancora non abbia letto Twilight: potrebbe sicuramente apprezzarlo molto di più rispetto agli amanti della Meyer :)

Fra

Have you ever read..? (10)

:) Oggi è giovedì, quindi ci dedichiamo all'appuntamento bisettimanale con Have you ever read..? Vi ricordo che questa rubrica è stata ideata da Markus di News Libri e da me per presentarvi i libri delle nostre librerie non troppo famosi o abbastanza datati.

@Fra e Markus
In questa puntata parleremo di un libro che ho letto per la scuola, Storia di una capinera di Verga :)

Titolo: Storia di una capinera
Autore: Giovanni Verga
Editore: Feltrinelli
Collana: Universale economica
Pagine: 112
Prezzo: 7,00€
Trama: “Storia di una capinera” è il primo, già straordinario, romanzo di Verga. Pubblicato nel 1871 e scritto due anni prima, tramite una forma epistolare dominata alla perfezione ci tuffa nel cuore pulsante di un’anima prigioniera. Maria, una ragazza costretta dal padre a chiudersi in convento in assenza di qualsiasi vocazione, trova il modo durante una fugace vacanza in campagna di intrattenere con l’amica Marianna una corrispondenza che diviene per lei l’unico modo di dar sfogo ai suoi molti turbamenti. Respirando finalmente un’aria non compressa all’interno delle mura del convento, Maria scopre l’esistenza di un mondo pi. ampio, più inebriante, più vivo. E, soprattutto, scopre l’esistenza e l’essenza dell’amore, un sentimento che, costretto a nuotare controcorrente, la sconvolgerà per sempre.

"Storia di una capinera" è il racconto di Maria, una ragazza proveniente da una famiglia di ceto medio alto costretta al seminario per motivi economici. Maria ha infatti una sorella alla quale sarà destinata tutta la dote familiare. Inizialmente la giovane accetta di buon grado il suo destino, anche se,essendo una ragazza piena di amore per la vita, la natura e le attività all'aria aperta, si sente comunque "prigioniera" in una dimensione a lei poco adatta. Quando però torna a casa per le vacanze e conosce il giovane figlio dei vicini Nino, tutto cambia. A poco a poco i due si innamorano e l'imminente ritorno al convento diventa un incubo dal quale sembra impossibile fuggire. La situazione peggiore ulteriormente quando i suoi genitori scoprono la tresca e chiudono Maria nella sua stanza fino al giorno del suo ritorno alla vita monacale. Da qui in poi sarà un susseguirsi di dolore e patimento per la ragazza, che prendo il velo ufficialmente e scopre che Nino è stato promesso in sposo alla sorella. Niente riesce più a confortare Maria,nè le preghiere nè i ricordi delle giornate passate ad amare liberamente Nino. Si ammala e finisce per perdere il lume della ragione ed essere rinchiusa in una cella, fino a che si spegne, stringendo ancora la rosa che le era stata donata come pegno d'amore.
Tutta la novella è in forma epistolaria, come corrispondeza tra la protagonista e una sua amica. Il titolo "Storia di una capinera" deriva, ci spiega Verga nel prologo, da un suo ricordo personale: nella sua casa di infanzia vi era una piccola capinera rinchiusa i n una gabbia che per la sofferenza derivata dalla prigionia smise di nutrirsi e di bere fino a che non morì. Questo ricordo, così come la storia vera e propria, rappresentano a mio avviso la metafora della libertà, che se viene rinchiusa e trattenuta finisce per perire poichè per sua natura ciò che è nato per essere libero non può vivere prigioniero.

Fede


Recensione: Primavera in Borgogna di Luca Terenzoni

Buongiorno people :) Oggi ci diamo alle recensioni, ne ho tantissime da fare, quindi aspettatevene una marea in questi giorni xD Iniziamo subito con la prima, è la recensione di Primavera in Borgogna di Luca Terenzoni, edito dal Gruppo Albatros.

Titolo: Primavera in Borgogna
Autore: Luca Terenzoni
Editore: Gruppo Albatros
Collana: Nuove voci
Pagine: 155
Prezzo: 14,50€
Trama: Francesco è un quarantenne che si è appena lasciato, a un passo dalle nozze. Una mattina di primavera, mentre passeggiando a San Gimignano cerca di riafferrare il senso della sua vita, incontra un signore francese con il quale entra subito in sintonia e che gli propone di lavorare per lui, presso la sua azienda vinicola in Borgogna. Quella per la Francia è una passione che Francesco ha sempre coltivato. Si trova quindi di fronte alla possibilità di realizzare veramente il sogno di una vita. Così lascia il suo lavoro e si trasferisce pieno di entusiasmo. Le sue aspettative sono subito appagate: il posto è splendido, la collega Ludivine affascinante, il lavoro interessante. Fino a quando, oltre i colori pastello di quel paesaggio così tipicamente francese, non cominceranno a emergere i segni di un passato inquietante che riguarda sia il suo datore di lavoro, sia la bella Ludivine, della quale si sta ormai innamorando. Una prova decisiva per Francesco che, in un crescendo di colpi di scena, riuscirà a portare luce nel passato della donna e nel suo presente. 

Recensione
La storia si apre con Francesco, quarantenne con un lavoro prestigioso, in preda alla depressione: è stato lasciato da pochi giorni dalla sua fidanzata storica, subendo un duro colpo; l'unica cosa che sembra portargli un pò di pace interiore è l'ammirare il paesaggio toscano, con le sue colline e i suoi colori caldi. Deciso a riprendere in mano la sua vita, durante la visita ad un'enoteca di San Gimignano conosce in maniera fortuita un ricco signore francese, Jean-Marc Robin, imprenditore vinicolo della Borgogna; entrambi appassionati di vino, decidono di pranzare insieme, ed è così che il signor Robin offre a Francesco la possibilità di svoltare: gli propone di lavorare per lui in Francia. Inizialmente increto, dopo alcuni giorni Francesco decide di accettare l'offerta di lavoro e si prepara al traferimento; una volta in Francia, Francesco conosce la sua nuova collega, Ludivine, per cui prova subito una forte attrazione. Tra i due sembra scoccare la scintilla, ma Francesco non sa che Ludivine nasconde un segreto, e che il suo affabile datore di lavoro in realtà ha un passato decisamente oscuro..

Partiamo col dire che la storia non è male, forse un pò lenta nella parte iniziale, ma la svolta "gialla" si segue con interesse fino alla fine; la ricostruzione degli eventi passati è fatta bene ed è chiara, non restano quelle lacune che odio profondamente. Molto belle le descrizioni dei paesaggi, sembra proprio di osservare da una finestra ciò che il protagonista vede, i colori sono molto intensi, mi sono piaciute molto. 
Vedo nel personaggio di Francesco molto dello stesso autore: sia l'aspetto fisico che il percorso formativo coincidono, così come gli hobby; però in certi atteggiamenti l'ho trovato un pò spaccone direi, soprattutto nelle scene con Ludivine: se non mi avessero detto che l'autore era un uomo l'avrei capito da come descrive la ragazza, impossibile sbagliarsi. Ludivine dal canto suo è una ragazza descritta da un uomo: stangona bionda occhi azzurri tutta curve, un pò frivola e pure un pò gatta morta: non mi è piaciuto il suo personaggio, troppo stereotipato. Molto ben delineato invece il carattere di Robin, forse è il personaggio che è riuscito meglio nel complesso: si notano chiaramente i cambiamenti subiti col passare del tempo, ha una mente complessa e piacevole da sondare. 
A mio avviso alcune scene si sono svolte troppo velocemente, va bene che è un libro, però è abbastanza inconcepibile che uno sconosciuto ti offra un lavoro dopo averci pranzato insieme; frose poteva starci bene qualche scena del passato di Francesco, per inquadrare meglio il personaggio e vivere appieno il suo smarrimento iniziale. La scena più passionale del libro mi ha un pò fatto sorridere, proprio perchè è raccontata dal punto di vista maschile: quanto si nota la differenza tra un autore e un'autrice..
Ultima nota, troppi punti esclamativi: rendono i discorsi meno fluidi, forse è solo una mia impressione ma quando vedo un punto esclamativo penso sempre che la gente stia urlando..
Nel complesso la storia intesa come struttura portante è buona, andava forse un pò approfondita e "smussata" in certi punti per renderla più scorrevole :)

Fra

mercoledì 28 settembre 2011

WWW...Wednesdays (24)

Buonasera :) Rieccoci al consueto appuntamento con la rubrica del mercoledì :)

@Shouldbereading

Come funziona questa rubrica?? Semplicemente rispondendo a queste 3 domande:
* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
* What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
* What do you think you’ll read next? (Quale libro sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?

Sto leggendo il primo volume della serie di Artemis Fowl, sono quasi alla fine; è molto carino! Non lo trovo affatto un libro per bambini,certo non è un Tolkien o simili ma comunque riesce a far sorridere con le descrizioni molto colorite dei personaggi e delle loro avventure, per niente banali!
Inoltre ho iniziato Scomparsa *_* Sono alle prime pagine ma mi sembra già molto bello!

What did you recently finish reading?

Ho finito Thrall - Il crepuscolo degli aspetti; bellissimo, un pò triste ma veramente stupendo *_* Non supera la trilogia della Guerra degli antichi, ma ci si avvicina molto. Assolutamente consigliato agli amanti del genere. Ho iniziato e finito Starcrossed, l'ho letto veramente in pochissimo tempo; prestissimo la recensione :)

Ho iniziato e finito anche Cuore nero (ho dormito 10 ore in 2 notti, al mattino certe occhiaie! xD); senza parole.. Veramente, le letture di questa settimana mi hanno soddisfatta incredibilmente tanto! Anche di questo libro presto la recensione e l'intervista all'autrice :)



What do you think you’ll read next?

Ho diversi libri da leggere e recensire, ma non voglio svelarvi i titoli xD Per conoscere la risposta di questa domanda dovrete aspettare una settimana :) Immagino che vi mangerete le unghie dalla curiosità.. xD


E voi cosa avete risposto alle domande questa settimana?
Fra

domenica 25 settembre 2011

In My Mailbox (24/09/2011)

Buonasera :) Eccoci al consueto appuntamento con In My Mailbox, rubrica ideata da Kristi di The Story Siren per farvi sapere quali libri abbiamo comprato/scambiato/ricevuto in regalo durante la settimana.

Iniziamo dagli acquisti, abbiamo il solito volume del Sole 24 ore, siamo quasi alla fine della collana, ne mancano solo due :)

Titolo: Il pellegrinaggio in Oriente
Autore: Hermann Hesse
Editore: Il sole 24 ore
Collana: I racconti della domenica
Pagine: 76
Prezzo: 2,00€ con il giornale
Trama: "Il pellegrinaggio in Oriente" (1932), il più perfetto dei romanzi brevi di Hesse e quasi lo stemma di tutta la sua opera, racconta un'esperienza unica e inaudita, che ha luogo non a caso in quel "periodo torbido, disperato, e tuttavia così fertile che seguì la prima guerra mondiale". Uniti in una misteriosa Lega, le cui regole paradossali e sapienti ripetono - riflesse nello specchio del 'Baud' romantico - quelle di antichi gruppi iniziatici, uomini disparati si mettono in cammino verso una meta che non è un luogo ma una dimensione 'altra' della realtà. Ricercatori del 'tao' e della 'kundalini', silenziosi aiutanti, il pittore Paul Klee, lo stesso Herman Hesse, che è il protagonista, e tanti altri personaggi partecipano a questo singolare viaggio che non ha certo inizio con loro ma è un incessante movimento che percorre il tempo da sempre, e in cui tutti i nomi della storia possono comparire quali momentanei compagni. Ma questo è solo il primo dei molti e conturbanti segreti che incontrerà il lettore nei meandri di una favola che insegna un nomadismo radicale da un arealtà che ci è imposta verso un'altra, sfuggente, beffarda e piena di tranelli, che però poi si rivelano essere mezzi pedagogici di un violento svezzamento, usati per dissolvere le ultime, tenaci resistenze al viaggio senza ritorno verso Oriente. Non maraviglia - dato questo schema e la felicità con cui è sviluppato - che il piccolo libro sia stato riscoperto ed esaltato in questi ultimi anni da tanti che hanno sentito di soffocare nell'aria in cui erano nati. 

Abbiamo poi un omaggio, ringraziamo tantissimo la Giunti per averci mandato questo romanzo:
Titolo: Starcrossed
Autore: Josephine Angelini
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 464
Prezzo: 16,50€
Trama: Helen, timida adolescente di Nantucket, sta quasi per uccidere il ragazzo più attraente dell'isola, Lucas Delos, davanti a tutta la sua classe. L'episodio si rivela essere qualcosa di più di un mero incidente. Helen teme per la sua salute mentale: ha iniziato ad avere incubi di notte e allucinazioni di giorno. Ogni volta che vede Lucas le appaiono tre donne che piangono lacrime di sangue. Il tentato omicidio porta Helen a scoprire che lei e Lucas non stanno facendo altro che interpretare i ruoli di un'antica tragedia d'amore. Le apparizioni femminili rappresentano infatti le Erinni. Helen, come l'omonima Elena di Troia, è destinata a dare inizio alla guerra a causa della sua relazione con Lucas. I due scoprono sulla loro pelle che i miti non sono leggende. Ma è giusto o sbagliato stare con il ragazzo che si ama se questo significa mettere in pericolo il resto del mondo? Come si sconfigge il destino? 

Infine un prestito dalla biblioteca della scuola, Fede ha preso:
Titolo: La luna e i falò
Autore: Cesare Pavese
Editore: Einaudi
Collana: Nuovi Coralli
Pagine: 173
Prezzo: 10,33€
Trama: Di ritorno dall'America dove era emigrato, il narratore ripercorre i luoghi della sua infanzia. Solo il paesaggio non è cambiato, tutto il resto è irriconoscibile. Ritrova un vecchio compagno, Nuto, fa amicizia con un ragazzo zoppo, Cinto, con cui fa lunghe passeggiate. I ricordi riaffiorano nelle conversazioni con Nuto: persone, situazioni dell'infanzia riprendono vita. Ma un giorno, proprio quando il narratore inizia a pensare di tornare ab abitare definitivamente in quei posti, divampa un incendio ben diverso dagli allegri fuochi accesi dai contadini. Il padre di Cinto ha dato fuoco al podere in cui lavorava e si è ucciso, dopo aver sterminato la famiglia. Cinto è l'unico sopravvissuto e il narratore, prima di partire, lo affida a Nuto. 

Ok per questa settimana è tutto, voi cosa avete trovato nella vostra cassetta? :)
Fra

venerdì 23 settembre 2011

Uscite: in arrivo il volume unico de La stirpe della mezzanotte

Buongiorno :) Forse voi non lo sapete, ma adoro terribilmente i volumi unici che raccolgono vari libri di una serie: oltre ad essere convenienti dal punto di vista economico mi danno l'idea (ed effettivamente è così) di avere tutto a portata di mano, è una cosa strana da spiegare xD Comunque, il volumone di cui vi parlo oggi è uscito ieri nelle librerie, ed è pubblicato dalla Leggereditore: si tratta di La stirpe della Mezzanotte, che raccoglie i primi tre volumi della celebre saga di Lara Adrian, ossia Il bacio di mezzanotte, Il bacio cremisi e Il bacio perduto :) Ho sentito tanto parlare di questa serie e mi incuriosisce molto, magari presto la inizierò ;)

Titolo: La stirpe della mezzanotte - I primi 3 romanzi
Autore: Lara Adrian
Editore: Leggereditore
Pagine: 896
Prezzo: 19,90€
Trama: Una stirpe di vampiri guerrieri ha vissuto fra gli uomini per migliaia di anni. Il loro è un equilibrio fragile, fatto di segreti, giochi di potere, e di una giustizia che mantengono grazie al loro Ordine. Ma ora una guerra sanguinosa sta per avere inizio. La sete di sangue si è risvegliata, e i vampiri si nutrono senza controllo,  seminando il panico per le strade della città. Solo l’Ordine potrà porre fine al dilagare delle forze oscure che mettono in pericolo l’intera umanità. E così ogni singolo guerriero dovrà confrontarsi con i propri demoni, con i più oscuri segreti e le paure più nascoste. Alcuni di loro ne usciranno vittoriosi, altri proveranno sulla propria pelle lutto e dolore, ma ciascuno di essi troverà l’amore, quello vero, quello che sgorga dal profondo dell’anima. Ognuno di loro sarà travolto da un sentimento eterno e dal fascino dell'unica donna che ha il potere di completarlo. 

"Perché i vampiri? Fra le principali pulsioni umane si trovano la paura e il desiderio. Queste regolano molte delle nostre azioni coscienti, e allo stesso tempo ispirano i nostri sogni. Il fascino del vampiro è dovuto proprio all'importanza di queste due pulsioni, e alla fusione fra le due. Ne abbiamo timore, ma al contempo è proprio la sua oscurità a farcelo desiderare. Non sapremo mai se saremo sicure al suo fianco, eppure non possiamo separarcene. I vampiri nell'immaginario delle lettrici di romance parlano ai nostri istinti più primari. E in quanto cattivi ragazzi per eccellenza, chi potrebbe resistergli?" Lara Adrian

giovedì 22 settembre 2011

Anteprima: Le emozioni difettose, il nuovo romanzo di Laurie Halse Anderson

Buonasera :) In questo post vi presento il nuovo romanzo che Laurie Halse Anderson, autrice di Wintergirls e di Speak, ha scritto e che la Giunti pubblicherà nella collana Y. Anche questo romanzo tratta tematiche adolescenziali, come i precedenti, e potrete trovarlo in libreria a partire dal 5 ottobre.

Titolo: Le emozioni difettose
Autore: Laurie Halse Anderson
Editore: Giunti
Collana: Y
Pagine: 304
Prezzo: 14,50€
Data di uscita: 5 ottobre 2011
Trama: Correre e studiare, questa la terapia per Kate Malone che non vuole affrontare il dolore per la perdita della madre, morta quando lei era ancora una bambina. Ma adesso ha diciassette anni, un fratello più piccolo, un padre reverendo e tanta voglia di scappare da lì. Kate è all'ultimo anno del liceo (lo stesso frequentato da Melinda Sordino, la protagonista di Speak) e ce la sta mettendo tutta per farsi ammettere all'università, essere una brava ragazza e tenere fede ai propri impegni.

Dalla quarta di copertina:

"Aspetto che tutti siano andati a dormire, poi m'infilo le scarpe da ginnastica ed esco. Le file di case che costeggiano la strada sono le pareti di un labirinto da cui sto cercando di uscire. E' come se il mio respiro provenisse da un altro corpo. Ho paura di aprire la bocca e dire qualcosa, perchè potrei mettermi a urlare. Mi sento come se mi avessero tagliato in tanti piccoli pezzi di Kate che sono tutti uguali a me, corrono come me, parlano come me, si comportano come dovrebbero, ma si sono persi in questo labirinto.
Kate Cattiva - che mi sta sempre addosso - dice che il labirinto è sempre stato lì, sono io che adesso riesco a vederlo per la prima volta perchè porto le lenti a contatto.
Kate Buona non fa che dire cose senza senso, è ora di andare a dormire."

Laurie Halse Anderson è nata nel 1961 a Postdam, cittadina dello stato di New York. Con 25 libri all’attivo e numerosi riconoscimenti letterari è attualmente una delle scrittrici più amate nel campo della narrativa Young Adults.
L’autrice ha studiato in Danimarca, vissuto in una fattoria, lavorato in un negozio di vestiti, approcciato la vita collegiale all’Onondaga Community College e si è infine laureata nel 1984 alla facoltà di lingue e linguistica della Georgetown University. Dopo aver costruito una famiglia e dato alla luce due bambine, ha iniziato la sua carriera di scrittrice pubblicando la sua prima opera nel 1996: Ndito Runs, a cui sono seguiti svariati racconti per l'infanzia.

Tra gli altri romanzi di Laurie Halse Anderson si segnalano: Catalyst (2002), Prom (2005), Twisted (2007) e Wintergirls (2009) che ha scatenato un dibattito tra le teenager americane, ricevuto ottime critiche e un notevole successo di vendite. Speak, che pubblicato originariamente nel 1999 ha ispirato un film (2004) con lo stesso titolo e identica fortuna, è il suo primo romanzo ad arrivare finalmente in Italia (a partire dal 14 ottobre).

mercoledì 21 settembre 2011

WWW...Wednesday (23)

Buonasera :) Rieccoci al consueto appuntamento con la rubrica del mercoledì :)

@Shouldbereading

Come funziona questa rubrica?? Semplicemente rispondendo a queste 3 domande:
* What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
* What did you recently finish reading? (Quale libro hai finito di recente?)
* What do you think you’ll read next? (Quale libro sarà la tua prossima lettura?)
What are you currently reading?

Sto leggendo Thrall - Il crepuscolo degli aspetti, visto che tra meno di un mese uscirà il capitolo finale di questa trilogia; bello, come sempre, mi piace moltissimo lo stile della Golden. Certo, l'inizio non è dei migliori, muore il mio personaggio preferito senza un motivo (almeno, per ora non viene spiegato) e quindi.. Diciamo che mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca l'inizio, spero in un futuro più roseo :) Comunque oggettivamente lo trovo molto ben scritto, assolutamente consigliato!!

What did you recently finish reading? 

Ho terminato questi due libri: bellissimo Ritorno a Riverton Manor, toccante nei momenti di "reunion", da brivido il finale, giuro che fino all'ultimo ero convinta dell'opposto!! Devo assolutamente leggere anche Il giardino dei segreti, il prima possibile *_* 
Poi ho letto la bellissima fiaba di Davide Nonino, Cenerontola, di cui prestissimo posterò la recensione: uno spettacolo, l'ho letto oggi in università e mi faceva morire dal ridere!! 
 
What do you think you’ll read next?

Ancora devo decidere cosa leggere, i libri di certo non mancano, devo vedere cosa si trova in cima alla lista ^^
Bene, per questa settimana è tutto, voi cosa avete risposto alle domande? :)

Fra

lunedì 19 settembre 2011

Iniziativa: vinci l'anteprima di Jane Eyre!

Buonasera gente, non mi aspettavo che il ritorno all'università sarebbe stato così traumatico :/ Dopo una giornata intera sono distrutta, e ho già una decina di pagine da copiare! Una decina! Di solito nelle prime lezioni non si comincia il programma è_é 
Veniamo alle notizie liete ^^ Ino occasione dell'imminente uscita del film su Jane Eyre, la Giunti offre un'occasione imperdibile per gli/le amanti di questo romanzo! Vi riporto le parole precise, per evitare di fare errori :)


"VINCI L'ANTEPRIMA DI JANE EYRE"


Il 7 ottobre 2011 Jane Eyre, distribuito da VIDEA, uscirà al cinema in 150 sale italiane.
Y vuole offrire ai suoi lettori una grande opportunità.
La partecipazione all’anteprima assoluta del film in due date speciali, il 27 settembre a Roma e il 4 ottobre a Milano.
In palio ci sono 4 ingressi per l'anteprima del film di Jane Eyre, esclusivamente dedicata alla stampa.
Il concorso è aperto a tutti coloro che vorranno parteciparvi ed è interamente dedicato al romanzo di Charlotte Brontë, "Jane Eyre" disponibile in una nuova versione tra i Classici della Y, con una fantastica introduzione di Joyce Carol Oates.
PREMI IN PALIO
I premi messi in palio sono quattro, e saranno scelti tra tutte le mail ricevute, dalla Redazione di Y.

- Due ingressi saranno disponibili per l'anteprima di Roma:
il 27 SETTEMBRE ORE 21:00 presso la SALA ANICA, Viale Regina Margherita 286, 00198, ROMA.

- Due ingressi saranno disponibili per l'anteprima di Milano:
il 4 OTTOBRE ORE 21:00, presso il CINEMA APOLLO, Galleria De Cristoforis, 3, 20122, Milano.

OGNI INGRESSO E' VALIDO PER 2 PERSONE (UNO PER IL VINCITORE E UNO PER UN ACCOMPAGNATORE).

Inoltre gli ulteriori primi dieci classificati, vinceranno il romanzo di JANE EYRE, nella nuova edizione edita dalla Y.
A CHI E' DEDICATO
Il concorso è aperto a tutti gli appassionati lettori di Y senza limitazione di alcun tipo.
DURATA DEL CONCORSO
Il concorso avrà inizio il giorno lunedì 19 settembre 2011 e terminerà alle ore 10:00 di giovedì 22 settembre 2011 (ultimo orario entro il quale sarà possibile considerare valide le mail ricevute).
COME PARTECIPARE
Chi vuole partecipare al concorso dovrà comporre un testo di 2000 battute al massimo (spazi inclusi) in cui risponde alle domande che trovate sotto sviluppando un breve commento.

- Cosa vi ha ispirato la figura di Jane? La trovate grandiosa? La trovate eccezionale? Conoscere la sua storia vi ha rese più forti? Vi ha dato fiducia? Vi ha dato serenità? Vorremmo che ce lo raccontaste.

Per partecipare spedisci all'indirizzo mail info@giunti-y.it UNA SOLA MAIL che abbia come oggetto:
VINCI L'ANTEPRIMA DI JANE EYRE
inserendo nel testo della mail il commento di 2000 battute (al massimo) e i tuoi dati.
Non saranno considerati validi i testi in allegato.
Non saranno considerati validi i testi che superano le 2000 battute.
Dovranno essere indicati chiaramente il proprio nome, cognome, età, indirizzo, numero di telefono (fisso o cellulare).
Dovrà essere chiaramente indicato il nome e cognome dell'accompagnatore.
Inoltre dovrà essere chiaramente segnalata la preferenza della città nella quale vedere l'anteprima del film (ROMA o MILANO).
SELEZIONE DEL VINCITORE
La selezione del vincitore sarà a totale discrezione della redazione di Y.
Tra le persone che avranno completato esattamente tutte le operazioni indicate, saranno sorteggiati due ingressi per l'anteprima di Roma (ciascuno valido per due persone) e due ingressi per l'anteprima di Milano (ciascuno valido per due persone).
Ai successivi dieci classificati verrà inviata una copia del romanzo di Jane Eyre.
I vincitori saranno proclamati in data venerdì 23 ottobre 2011 e i loro nomi pubblicati sul sito di Y nel primo pomeriggio.
Ai vincitori verrà inviata un'ulteriore mail in cui sarà comunicata la vittoria.
Se il vincitore NON risponderà alla nostra mail entro DUE giorni dall'invio dell'avviso (compresi i giorni festivi), il premio verrà assegnato al candidato qualificatosi subito dopo.
GIURIA
La redazione di Giunti Y rappresenta la giuria del concorso, e il suo giudizio è insindacabile e inappellabile.

domenica 18 settembre 2011

Anteprima: La meraviglia delle piccole cose, uno spaccato di vita famigliare grazie a Dawn French

Buongiorno :) Questa domenica decisamente bagnata preannuncia, ahimè, la fine dell'estate e il ritorno all'università :/ Ho una curiosità: avete mai avuto un ritorno a scuola asciuto? No perchè io dalle medie ho sempre (e dico sempre) avuto pioggia il primo giorno di scuola; è sempre stato un appuntamento fisso con stivali e ombrello, per chi non lo sapesse odio usare l'ombrello >_< Se porti quello grosso poi non sai dove metterlo, quello piccolo sistematicamente si rovescia, alla fine opto per il cappuccio a meno che non si tratti di pioggia torrenziale xD Comunque, dopo queste considerazioni passiamo al libro che volevo presentarvi: è un romanzo, edito da Leggereditore, che racconta la vita di una famiglia, i Battles, decisamente "normale": non ho sbagliato a scrivere, si parla della normalità che si può trovare nelle famiglie di tutti noi :) Credo che questa sua caratteristica lo renderà un bestseller, quanto è fastidioso leggere di famiglie perfette, in case perfette con vicini perfetti?? :)

Titolo: La meraviglia delle piccole cose
Autore: Dawn French
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 384
Data di uscita: 29 settembre 2011
Trama: Non sopporti le famiglie perfette? Allora adorerai i Battles! C’è una madre sull’orlo di una crisi di nervi, una figlia adolescente e stonata che sogna di fare la cantante, un dandy in miniatura ossessionato da Oscar Wilde, e poi c’è il padre, forse il più normale di tutti, ma quasi senza voce in capitolo... Una famiglia come tante altre, in cerca di una strada da percorrere insieme. Riusciranno a ritrovarsi e a raggiungere un equilibrio?

Hanno detto:
“Grazie per aver creato questo splendido personaggio femminile!”
Metro

“Un romanzo impeccabile, un vero gioiello!”
Sunday Times

“Una vera rivelazione: commovente e divertentissimo.”
Sunday Telegraph

“Non ho smesso mai di ridere dalla prima all’ultima pagina.
Invidio la fantasia illimitata di Dawn French.”
Mail on Sunday

“Dawn French ci offre una visione delicata e estremamente tollerante
sui processi di crescita e di invecchiamento.”
Spectator
Dawn French è nata nel Galles nel 1957. Ha studiato recitazione a Londra per poi entrare in una compagnia con la quale ha lavorato a oltre venti film. È apparsa in molte serie televisive e sketch comici. E’ stata indicata dall’Observer come una delle 50 attrici più divertenti della commedia britannica. La sua autobiografia, Dear Fatty, ha venduto un milione di copie, e con La meraviglia delle piccole cose ha conquistato il primo posto delle classifiche inglesi, per un totale di 500.000 copie vendute in soli sette mesi. È in corso di pubblicazione in diversi Paesi.
Che ne pensate? Mi sembra molto divertente!
Fra

sabato 17 settembre 2011

In My Mailbox (17/09/2011)

Buongiorn :) Oggi è sabato, ritorna il consueto appuntamento con In My Mailbox, rubrica ideata da Kristi di The Story Siren per farvi sapere quali libri abbiamo comprato/scambiato/ricevuto in regalo durante la settimana.

Iniziamo con gli acquisti, oltre al solito volume del Sole 24 ore anche tre libri presi alla Coop per il 150° anniversario dell'unità d'Italia (in realtà questa settimana ne ho preso uno solo, gli altri due li avevo dimenticati nelle scorse puntate ^^'') :)

Titolo: La mansueta - Il sogno di un uomo ridicolo
Autore: Fedor M. Dostoevskij
Editore: Il sole 24 ore
Collana: I libri della domenica
Pagine: 95
Prezzo: 2,00€ con il giornale
Trama: Questi racconti sono due capolavori dello scrittore russo. Dostoevskij ci presenta nel primo il racconto introspettivo di un marito che veglia la giovane moglie morta suicida; il secondo è il monologo di un uomo che, abbandonato da tutti e deciso ad uccidersi, sprofonda in un sogno che lo trasporta in un mondo primordiale, dove gli uomini vivono in uno stato di felicità, privi della sofferenza e del peccato. 

Titolo: Il provinciale
Autore: Giorgio Bocca
Editore: Feltrinelli/Coop
Collana: Edizione speciale per il 150° anniversario dell'unità d'Italia
Pagine: 292
Prezzo: 3,00€
Trama: "Il provinciale attento alle opportunità, la formica che ha accumulato cultura e professione vede nel Sessantotto un'onda anomala che lo sorprende, lo sballotta, qualcosa che ribalta i valori, confonde le procedure, scompagina le gerarchie." Così, introducendo le pagine sul Sessantotto. II "provinciale", che è il "personaggio guida" di questa bizzarra autobiografia, balza fuori continuamente. Emerge con il tratto burbero della disciplina sabauda, scivola con severa curiosità sul Paese che cambia, si staglia come il vero protagonista della storia sociale italiana: è lui, il provinciale che va alla conquista del mondo, protetto dalla certezza borghese, sospettoso e al contempo permeabile al nuovo. Consapevole di sé e della sua formazione, Bocca ci restituisce il suo cammino e penetra nel tessuto connettivo del nostro Paese, sommando personaggi minori e personaggi maggiori. La Topolino degli anni cinquanta e dei primi anni sessanta sembra aprire un'immaginaria pista che arriva sino al presente, per un giornalismo "on the road" che è sempre stato un tratto forte del lavoro di Bocca. Dal "cumenda" Angelo Rizzoli al "cavaliere" Berlusconi, da Enrico Mattei "onesto e corruttore" al generale Dalla Chiesa reincontrato tre settimane prima della morte, i ritratti si animano, memorabili, tolstojanamente protagonisti di quella "marcia inesorabile degli eventi" che è la Storia.

Titolo: L'insurrezione di Milano
Autore: Carlo Cattaneo
Editore: Feltrinelli/Coop
Collana: Edizione speciale per il 150° anniversario dell'unità d'Italia
Pagine: 242
Prezzo: 3,00€
Trama: L'insurrezione di Milano, testo fondamentale del nostro Risorgimento e opera di un Cattaneo in esilio, è molto più di una mera cronaca degli eventi: riesce a trasfigurare quanto avvenne in quelle convulse giornate in una penetrante analisi del "ventre" politico di una – non ancora nata ma già percepibile - nazione. Spesso la storiografia ufficiale (per lo più vicina a casa Savoia) ha ritratto in maniera agiografica l’anelito del popolo verso la libertà, un anelito sicuramente presente ma mescolato a interessi economici potentissimi. Nonostante il suo ruolo attivo nelle Cinque Giornate di Milano (Cattaneo era a capo del Consiglio di guerra), l’intelligenza critica di Cattaneo rende giustizia al desiderio di libertà dei patrioti senza dimenticare cosa poteva significare, per i Savoia e per la loro classe dirigente, l’indipendenza dall’Austria (da non confondere, appunto, con la libertà in senso ampio). Le pagine lucide e infuocate di Cattaneo ci fanno rivivere quelle giornate piene di passione civile come un vero e proprio "documentario" in presa diretta. Ma, allo stesso tempo, ci ricordano delle profonde aspirazioni federaliste (nel senso più nobile ed elvetico) del suo autore, uno dei primi a sognare un’Italia unita nelle sue differenza, cuore pulsante degli Stati Uniti d’Europa.

Titolo: La monaca
Autore: Simonetta Agnello Hornby
Editore: Feltrinelli/Coop
Collana: Edizione speciale per il 150° anniversario dell'unità d'Italia
Pagine: 295
Prezzo: 3,00€
Trama: Messina, 15 agosto 1839. In casa del maresciallo don Peppino Padellani di Opiri, fervono i preparativi per la festa dell’Assunzione della Vergine. È forse l’ultimo giorno sereno nella vita di Agata, innamorata del ricco Giacomo Lepre e da lui ricambiata. Agata deve rinunciare al suo amore: le famiglie tuttavia non trovano un accordo e, alla morte del maresciallo, la madre di Agata, donna Gesuela, decide di portarla con sé a Napoli, dove spera di ottenere una pensione dal re. L’unico piroscafo in partenza è quello del giovane capitano James Garson. Dopo un tempestoso viaggio, James e Agata si ritrovano insieme sul ponte e qui lei gli confida i propri tormenti. A Napoli, anche per le ristrettezze economiche della famiglia, Agata viene forzata a entrare in convento. Nel monastero benedettino di San Giorgio Stilita, si intrecciano amori, odi, rancori, gelosie, passioni illecite e vendette. Ma Agata sembra guardare oltre: si appassiona allo studio e alla coltivazione delle erbe mediche, impara a fare il pane e i dolci, confortata dalla scansione della giornata monastica e dalla solitudine. Legge tutti i libri che James Garson le manda con regolarità e segue le sorti dei movimenti che aspirano all’unità d’Italia in casa della sorella Sandra. Ha accettato la vita monastica, ma è combattuta tra un sentimento religioso malgrado tutto intatto e il desiderio di vivere nel mondo. Non vuole dispiacere la zia badessa, ma non vuole nemmeno sacrificare il suo futuro. La contraddizione per Agata si fa sempre più severa, anche se i sentimenti nei confronti di Giacomo Lepre cominciano a sbiadire e cresce l’attrazione nei confronti di James Garson, presenza costante – benché sottotraccia – nella sua vita. Sorella mediterranea delle eroine di Jane Austen, l’Agata di Simonetta Agnello Hornby è capace di abitare la Storia e al contempo di portare con la propria storia di giovane donna una forza spirituale nuova, da leggere a partire dal nostro tempo per arrivare al suo.

Arriviamo agli omaggi, ringrazio tantissimo Davide Nonino per avermi mandato la sua nuova favola di Cenerontola, inizio subito a leggerla *_*
Titolo: Cenerontola, principessa all'arrembaggio
Autore: Davide Nonino
Editore: Il ciliegio
Illustrazioni: Simona Meisser
Pagine: 125
Trama: C’era una volta una principessa… e il suo nome era Cenerontola. Si, proprio con la “O”. E per questo non era nè alta nè bionda, nè bella nè magra e non aveva neppure gli occhi azzurri.
Viveva tranquilla nel suo castello in affitto fino a quando un bel giorno…

Infine un prestito, grazie a Marco che mi ha prestato l'ultimo volume di Warcraft *_*
Titolo: Thrall - Il crepuscolo degli aspetti
Autore: Christie Golden
Editore: Panini comics
Pagine: 267
Prezzo: 19,00€
Trama: L’orco Thrall ha lasciato il suo ruolo di capo dell’Orda ed è tornato al luogo di origine del suo popolo per scoprire cosa stava succedendo su Azeroth. Il lungo viaggio l’ha cambiato profondamente e gli ha dato una nuova missione: non più legato alle armi, ma alla magia da sciamano, dovrà scoprire cosa può fare per riportare la pace nel suo mondo.

Per questa settimana è tutto, voi cosa avete trovato nella vostra cassetta? :)

Fra

venerdì 16 settembre 2011

Recensione: Black Friars - L'ordine della chiave + intervista all'autrice

Pronti a leggere la recensione de L'ordine della chiave? Devo dire che mi è piaciuto moltissimo, cercherò di recuperare il prima possibile anche L'ordine della spada perchè non vedo l'ora di leggerlo *_* 

Titolo: Black Friars - L'ordine della chiave
Autore: Virginia De Winter
Editore: Fazi
Collana: Lain
Pagine: 476
Prezzo: 18,00€
Trama: Axel Vanderberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Adesso la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Ma quel delitto sarà solo il primo di una lunga serie. Per le strade della capitale qualcuno sta uccidendo bellissime vampire ricomponendo i loro corpi in modo da richiamare le fiabe classiche. Quando Axel salva Alise, vampira che ricorda nelle fattezze il suo grande amore, non sa che il suo gesto lo condurrà nella rete di Belladore, una creature della notte la cui bellezza è eguagliata solo dalla sua crudeltà.

Recensione

Il libro si apre con il ritrovamento del corpo di una ragazza dalla pelle diafana e i capelli corvini, morta dopo aver mangiato una mela avvelenata; la sfortunata era la fidanzata di Rafael Valance, Duca dell'Ordine della chiave, una sorta di confraternita molto ambita tra i giovani scolari. Non si differenzia dai suoi compagni Axel Vanderberg, erede al trono di Aldenor, ragazzo dal carattere deciso e intraprendente.
Il giovane Axel, in compagnia dei suoi compagni tra cui il fratello Bryce, vive il suo anno da matricola nella normalità, distinguendosi negli studi e nel combattimento con le armi; la sua vita però viene decisamente scossa dal momento in cui degli strani omicidi segnano la Vecchia capitale: ogni delitto ricalca infatti una fiaba, oltre al richiamo a Biancaneve troviamo Raperonzolo, Cenerentola, la piccola fiammiferaia, la bella addormentata nel bosco ecc.
Il primo sospettato è proprio il Duca della chiave, Rafael Valance, per via del suo strano comportamento e delle sue frequentazioni; tuttavia l'arrivo in città di Belladore, la cortigiana vampira più famosa e antica, porterà a nuovi sviluppi della storia: dopo aver salvato una delle sue dame di compagnia, Axel comincerà ad avere strane visioni, farà strani sogni e non ricorderà dove e come passa le notti. A peggiorare le cose ci penserà l'arrivo di Eloise, fidanzata storica di Axel: la ragazza ha un temperamento decisamente esuberante e non ci penserà due volte prima di infrangere le regole a lei imposte. 
Tra inseguimenti nella notte, rivalità e passione, Axel riuscirà a districare la fitta maglia di intrighi in cui era stato intrappolato, ma dovrà pagare un prezzo elevatissimo..

Ho letteralmente amato questo libro *_* Veramente, mi è piaciuto tutto: lo stile chiaro con cui l'autrice è riuscita a raccontare una storia tutt'altro che banale, i personaggi dai tratti totalmente diversi, l'ambientazione così gotica.. Mi ha proprio conquistata :)
Senza ombra di dubbio i miei personaggi preferiti sono Stephen e Gareth:
Stephen può sembrare il classico nerd dalla descrizione che l'autrice ne fa quando il suo personaggio viene introdotto nella storia, infatti è alto, secco e secchione, e viene bersagliato di continuo dal fratello Gareth, che deve badare a lui in assenza dei genitori; con l'approfondirsi delle vicende però scopriremo che, sotto sotto, anche il piccolo di casa Eldridge ha stoffa e carattere da vendere, e di certo non si tirerà indietro di fronte al pericolo.
Gareth invece mi è piaciuto per il suo carattere e il suo modo di essere donnaiolo, durante le rocambolesche fughe dalle case delle sue conquiste mi sono fatta un gran ridere nel leggere gli epiteti che i padri delle donzelle gli urlavano dietro xD Mi ricorda molto il personaggio di Ranuncolo, poeta donnaiolo amico di Geralt di Rivia (Il guardiano degli innocenti, La spada del destino).
Lo consiglio a tutti perchè si trova sia il genere paranormal con tutto il discorso del Presidio e dei vampiri, sia romance con la storia d'amore travagliata tra Axel ed Eloise, sia azione nei momenti più movimentati (e credetemi, non mancano): direi che è assolutamente equilibrato :)
E ora passiamo ad intervistare l'autrice di questo bellissimo romanzo, Virginia de Winter :)

Buongiorno Virginia, benvenuta nel nostro piccolo blog :) Come prima cosa vorrei ringraziarti per aver scritto i tuoi romanzi: sono davvero un ottimo input per la diffusione del fantasy italiano! 
Iniziamo con le domande di rito, per rompere un pò il ghiaccio: chi è veramente Virginia? Descriviti ai nostri lettori :)

Quando mi fanno questa domanda vado in crisi! Oggi sono pigra, mostruosamente, sogno solo il momento in cui starò sul mio divano a leggere l'ultimo libro che ho comprato. Dovrei lavorare a un romanzo, va bene, pazienza, lo farò domani! 
A che età hai capito che volevi scrivere? E' stato un evento particolare a portarti verso questa carriera o è stata una decisione improvvisa?
Nessun evento particolare, ho cominciato quando ero davvero piccola, senza farmi domande nè rendermi bene conto. Il fulmine in testa: "Io voglio fare questo" si è abbattuto su di me intorno ai quattordici anni. Non mi sono più ripresa. 
C'è un genere che ti piace molto leggere? Hai mai pensato di scrivere un libro proprio di quel genere?
A me piace leggere qualsiasi cosa, ma davvero qualsiasi cosa. Mi piacciono i gialli e sono una patita di letteratura gastronomica. Potrei trascorrere secoli girando per libri, blog e riviste di cucina. Mi piacerebbe scrivere un giallo, sì, e non è escluso che lo faccia visto che ho già pronta un'idea che mi piace. L'altro sogno è scrivere un diario di viaggio completo di ricette, mi piacerebbe moltissimo!
Domanda classica: autore e libro preferito?
Un milione: Anne Rice e il suo Vampiro di Blackwood; Joanne K Rowling con qualsiasi cosa ci abbia voluto donare; Hoffmann con le sue storie piene di magia; Dostoevskij e il suo modo di parlarti attraverso anche una sola pagina.
Vorrei chiederti cosa ne pensi dell'attuale Legge Levi: ultimamente se ne parla molto nei blog e su facebook, pensi che questa legge possa veramente aiutare le biblioteche e le piccole librerie? Siamo tutti curiosi di sentire il punto di vista di un'autrice :)

Ho già detto la mia: non sono per niente d'accordo. Sembra una legge che anzitutto è stata ritagliata per un mercato che non è assolutamente il nostro; seconda cosa mi sembra che come al solito si tenda a scaricare il problema sul consumatore. E il lettore è già duramente provato da una scelta limitata e da prezzi letteralmente assurdi. Tra l'altro credo sia anche una legge abbastanza aggirabile. Staremo a vedere la fase di assestamento.

E-book si o e-book no? Anche questa è una domanda che tormenta noi lettori, come si può rinunciare alle sensazioni che proviamo tenendo in mano un libro? 

Ebook sicuramente sì! Non si dice mai di no a qualsiasi formato di libro, fossero anche i segnali di fumo. Tra l'altro, per riallacciarci al discorso sopra, l'e book permette prezzi molto più abbordabili e soprattutto permette di portarsene moltissimi dietro senza dover cadere in crisi davanti alla valigia quando li vorresti tutti a farti compagnia! La sensazione fisica di un libro è qualcosa a cui siamo da sempre abituati, ma una cosa non esclude l'altra, no?

Ora che ci siamo fatti un'idea di te, passiamo alle domande sulla tua ultima fatica, L'ordine della Chiave; mi è piaciuta moltissimo l'idea di suddividere la Vecchia Capitale in tanti quartieri quante sono le nazioni: a cosa ti sei ispirata per realizzarla? C'è qualche città che ti ha influenzata?
Bologna, sicuramente. L'idea dei vari collegi delle Nationes deriva da lì, ma la Vecchia Capitale è tanta parte di Palermo e della Roma dei Papi, qualcosa della Napoli Borbonica e di Venezia nel cinquecento.
Qual è il tuo personaggio preferito? Ce n'è uno a cui avresti voluto dedicare più spazio?
Io adoro Stephen Eldrige, scrivere di lui in questo libro è stato il più grande piacere. Sono riuscita a dargli tutto lo spazio che volevo, per fortuna.

Mi è piaciuto moltissimo leggere la rivisitazione delle varie favole, da cosa è nata quest'idea particolarissima??
Mi piacciono le fiabe e ho moltissimi libri di quelle classiche. Hanno qualcosa di attraente è decisamente oscuro, sono il confine ideale tra il sogno e l'incubo.
Ecco la domanda che tutti noi vorremmo porti: ci sarà un terzo libro? Se sì, hai in programma di fare una trilogia o di proseguire e creare una nuova serie cult?
Come mi ero già ritrovata a dire pensavo di completare questo frammento di storia in tre o quattro libri. Tutti autoconclusivi ovviamente, nessuno obbliga a leggere gli altri. Intanto termino questo, poi si vedrà.

Oltre a Black Friars, quali sono i tuo progetti per il futuro?
Molti, e alcuni li sto già portando a termine, ma non è questo il momento opportuno per parlarne :)

Grazie mille Virginia per essere stata con noi, in bocca al lupo per tutto e mi raccomando, continua a farci sognare :)

Spero che questo piccolo speciale vi sia piaciuto :)
Fra

Iniziativa: Corso per ufficio stampa editoriale con Zero91

Ultima segnalazione di oggi, poi torniamo ai soliti post "libreschi" xD Se sognate di lavorare nel campo dell'editoria Zero91 ha in serbo per voi un'interessante iniziativa: si terrà infatti a Milano, a gennaio del prossimo anno, un corso per futuri addetti ufficio stampa :) Vi posto il manifesto con tutte le informazioni:

ZERO91

presenta

Primo corso per ufficio stampa editoriale

 

Una full immersion in 3 appuntamenti sulla comunicazione e specificatamente sulla comunicazione editoriale


Milano Gennaio 2012

L’ufficio stampa è una figura professionale centrale per moltissime aziende e privati, capace di veicolare l’informazione e il pensiero di un’organizzazione verso la stampa e il “pubblico” di riferimento.

Nel caso specifico di una casa editrice è questo ruolo che permette ai romanzi e ai libri in generale di essere letti sulla stampa, diventare casi editoriali e avere risonanza sui mass media.


Ma cosa vuol dire fare l’ufficio stampa?

Quali sono le dinamiche e le difficoltà di questo lavoro che richiede preparazione ma anche molta inventiva?

E soprattutto come si entra nel mondo delle Public Relations?


Programma
  • La comunicazione e il suo sviluppo (verbale-non verbale, scritta)
  • Le nuove strategie (viral marketing, ninjamarketing, guerrilla marketing)
  • Le nuove piattaforme virtuali e il loro utilizzo
  • La creazione di un evento (conferenza stampa, presentazione, reading letterario)
  • Il lavoro dell’ufficio stampa editoriale (strumenti e tecniche)
  • Analisi dei meccanismi della casa editrice (scelta dei titoli di punta, calendari editoriali etc)
  • Cooperazione con le altre figure redazionali e il rapporto con gli scrittori, (ghost writing, editing, scouting editoriale)
  • La creazione di un caso editoriale
  • Rapporto con i giornalisti: carta stampata, web, televisione e radio

Esercitazioni
Continue prove scritte e orali, in classe e a casa, che serviranno a immergere il corsista in un ambiente e in un lavoro quanto più simile possibile a quello professionale in cui ci si troverà catapultati saranno il perno di tutto il corso.
Durante il laboratorio, inoltre, la didattica sarà tesa anche alla gestione dello stress, del tempo e delle proprie capacità, valorizzandone gli aspetti più utili alla formazione personale e professionale.

Docente
Alessandro Pietrogiacomi, Ufficio Stampa e Consulente editoriale per Piano B Edizioni, ufficio stampa per Zero 91 Edizioni. E’ stato Responsabile dell’Ufficio stampa della casa editrice Castelvecchi e ufficio stampa per Arcana Edizioni. Collabora con L’Espresso,  il Mucchio Selvaggio, Class, Satisfiction, GQ e altre testate.
Scrive su riviste letterarie on line come Il Paradiso degli Orchi, Lankelot e Scrittoriprecari (collettivo di scrittori di cui fa parte dal giugno del 2009), ha creato, sulla piattaforma di GQ.COM, il blog Il Bicchiere Di_Verso per parlare di enogastronomia, fumo lento e cultura. Direttore e conduttore del palinsesto Back in Black su R.C.F. 101.8 ha collaborato con Radio Città Futura nel programma di Vittorio Castelnuovo.
Nel luglio 2011 ha curato la nuova edizione del TRATTATO DELLA VITA ELEGANTE di Honoré de Balzac.

ZERO91
La casa editrice ZERO91, con sede a Milano, nasce nel Settembre 2006.
Il nome, prefisso telefonico di Palermo, è un omaggio alla comune città di origine dei due soci omonimi, Costantino e Costantino, che, con le loro esperienze professionali in campo grafico e televisivo (un esperto di fotografia e un producer), rappresentano la base portante di un progetto editoriale ben preciso che mira ad un obiettivo chiaro e riconoscibile: creare un catalogo in cui l’intrattenimento e la FICTION si sposino con la qualità.
Proprio partendo dal concetto di FICTION che, dalla letteratura arriva ormai nel linguaggio comune come sinonimo di racconto visivo per il cinema e la televisione, si cerca per i lettori il punto di congiunzione tra tutte le diverse declinazioni della “Finzione” letteraria, si essa di genere piuttosto che di carattere sociale.
Un invito alla scrittura per quegli autori cha abbiano voglia di creare forti suggestioni e un invito alla lettura di libri che hanno ispiratori di emozioni o riflessioni.
Quello che cerca e offre la Zero91 è, dunque, la sintesi tra storia, immagini, realtà e sogni.
Istantanee della vita e della fantasia.
Una casa editrice che si schiera contro l’editoria a pagamento con il progetto NO EAP (Editoria A Pagamento) teso a sensibilizzare e informare su un sistema editoriale che non dovrebbe esistere basato sullo sfruttamento dei sogni di molti scrittori.

Per informazioni
02 36520820
I corsi si terranno presso la redazione della casa editrice in Viale Molise 51, Milano

Evento: Lara Adrian in tour!

Oggi è una giornata dedicata alla segnalazione di eventi xD
Dal 22 settembre al 2 ottobre Lara Adrian, autrice della serie La stirpe di mezzanotte, sarà in giro per l'Italia e risponderà alle domande che i fan le porranno! Ecco qui il manifesto con tutte le date e le destinazioni, cliccate per ingrandirlo :)


Se avete una domanda da fare scrivetela nei commenti, la girerò alla Leggereditore :) Per fare ciò avete tempo fino a domenica 18.

Parteciperete all'iniziativa? Io cercherò di esserci il 23, spero di arrivare in tempo :)

Fra

Eventi: Glenn Cooper a Pordenonelegge!

Scommetto che tutti voi conoscete Glenn Cooper: i suoi libri hanno venduto non so quante centinaia di migliaia di copie in tutto il mondo, sicuramente ne avete almeno sentito parlare; il suo primo libro, La Biblioteca dei Morti ha avuto un successo incredibile, forse pari al Codice da Vinci di Brown! Ebbene, se siete suoi ammiratori e vi trovate nell zona di Pordenone e dintorni non potete farvi scappare l'opportunità di assistere ad una sua intervista :)

 
GLENN COOPER
autore della Mappa del Destino
 
incontrerà i suoi lettori a Pordenonelegge
 
Domenica 18 settembre alle 11.00
Piazza San Marco, Pordenone
 
intervista l'autore Luca Crovi
 
Glenn Cooper è uno straordinario caso di self-made man. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Archeologia ad Harvard, ha scelto di conseguire un dottorato in Medicina. È stato presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachussetts ma, a dimostrazione della sua versatilità, è anche sceneggiatore e produttore cinematografico. Grazie al clamoroso successo della Biblioteca dei Morti e del Libro delle Anime,  si è subito imposto come autore di bestseller. La mappa del destino, uscito a gennaio 2011, ha consolidato il successo dell'autore che, solo in Italia, ha superato il MILIONE DI COPIE VENDUTE. 

Fortunelli voi che potrete assistere! 

Fra